.
Annunci online

 
lafranz 
pensieri e parole di franz ...
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Il blog del mio Amore
Il blog di Tozai
Forum del Penitenziario Statale Dante Alighieri :P
Il blog di Foix
Il blog di Spintera
Il blog di Chiara
O LOGOS
Il blog di Viola
Tim Burton
Anne Rice
Il blog di Massi
franz&LapsuS
Il mio Simonem
Alda Merini
MerloMorto
Il sito della Bbeah
Tori Amos
Il blog di Safuro
Chuck Palahniuk
Jeanette Winterson
Talk to A.L.I.C.E.
  cerca

Pensiero, io non ho più parole.
Ma cosa sei tu in sostanza?
qualcosa che lacrima a volte,
e a volte dà luce.
[Alda Merini]

Lenta battendo i denti nella sua veste verde e rosa
sulla Senna deserta avanzava l’Aurora;
stropicciandosi gli occhi tornava al suo lavoro
Parigi, cupo vegliardo laborioso.
[Charles Baudelaire]

Mai nessuno era parso così triste. Amara e nera, a metà strada, nelle tenebre, nel raggio che portava dal sole all’abisso, forse si formò una lacrima; una lacrima cadde; le acque ondeggiarono, la accolsero e si richiusero quietamente. Mai nessuno era parso così triste.
[Virginia Woolf]

Cammino strascicando sotto la pioggia con le mie Birkenstock e mi godo lo sciacquio caldo sotto i piedi. Cammino apposta sotto la pioggia evitando la pensilina. Cammino sotto la pioggia, drizzo la testa e assaggio le lacrime di qualcuno.
[Zoe Trope]

I go from day to day
I know where the cupboards are
I know where the car is parked
I know he isn't you
[Tori Amos]

Amo

L
a cannella. Da mangiare, da annusare. Dicono sia afrodisiaca. Mah.
L
e farfalle.
L
e candele.

NB
Il mio tatuaggio è una parola in greco antico. Si legge "psiukè".
Significa "mente", "anima", "vita", "soffio vitale", anche "farfalla".



Sto leggendo
Musica Per Organi Caldi, di Charles Bukowski
Italo Calvino Racconta l'Orlando Furioso

Sto ascoltando
Tori Amos a PALLA!!

W le Converse!!!




Parole d'Amore



Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons License.


 

Diario | Musica | Poesia | Cinema | Diario di Parigi |
 
Diario
1visite.

27 settembre 2005

Me ne vo' per altri lidi

CIAO GENTE!!!!! HO UN ANNUNCIO IMPORTANTE!!! Ho trasferito il mio blog altrove... quindi, se volete continuare a leggermi, andate qui: http://psiuke.blogspot.com/
... insomma, chi mi ama mi segua!! Saluti a tutti!! :D




permalink | inviato da il 27/9/2005 alle 11:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

3 settembre 2005


Non sopporto di guardarmi allo specchio. Mi pesa respirare. Fisso il vuoto, e tutto ciò che sono e che ho è nulla.




permalink | inviato da il 3/9/2005 alle 21:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

14 agosto 2005

Back Rome

Sono tornata.
Viva. E per il momento è tutto.
:D

Che bella Roma d'agosto così deserta e assolata... niente da fare, casa è sempre casa.




permalink | inviato da il 14/8/2005 alle 21:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 luglio 2005

Si parte

Eccoci qua, il momento è giunto. Si parte. Speriamo solo che vada tutto bene. Anzi.
Spero di abbronzarmi almeno un pochino stavolta. Spero che non ci siano meduse altrimenti muoio. Spero di non stare troppo male il 28. Spero di non desiderare di morire. Spero di non soffrire il mal di mare. Spero di trovare una cartolina meravigliosa da mandare al mio indirizzo. Spero di non avere troppa nostalgia di casa mia, di Lu, di maminski e di papinski... per non parlare di Pisola. Spero che le mie cose mi finiscano presto. Spero di dormire bene. Spero di non trascinarmi dietro l'eritema per tutta la vacanza (che io me lo becchi è una certezza). Vabbé chiudiamo qui che devo ancora finire di sistemare le valigie... 3 settimane sono tante eh. Spero di sopravvivere a questa vacanza.
GH

Ciao a tutti... chi resta a Roma, vada un po' al cinema e ascolti qualche buon concerto all'aperto anche per me!
Bacisi




permalink | inviato da il 24/7/2005 alle 12:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

20 luglio 2005

Non so... Bukowski e le mie vacanze?

Ho finito di leggere Bukowski. LOL mi ci è voluto addirittura un giorno e mezzo… impegnativa come lettura. No, davvero, è stato piuttosto divertente. Anche se lui l’ho trovato un po’… maschilista alcolizzato maniaco del sesso menefreghista qualunquista… per carità, mica lo giudico! Ma per quanto io li abbia trovati… stuzzichevoli, ecco, divertenti… i suoi racconti mi hanno lasciato ben poco. Insomma, ridatemi Hesse, o il grande Chuck… o magari PAOLO NORI che è un figo!! :P Diciamo che incontrano un po’ di più il mio gusto.
Stamattina addominali e posturale, che brava ragazza che sono.
Sono 5 notti che faccio sogni assurdi. Veramente assurdi, che mi lasciano sconvolta, in bene o in male (più spesso in male), e mi fanno svegliare di soprassalto non più tardi delle 9. E pensare che mi ero riproposta di vivere da animale notturno, restare a leggere fino alle 3 e dormire fino allo 11… e invece arrivo a letto la sera che sono esausta, e riesco a resistere con gli occhi aperti fino a mezzanotte massimo (e solo per merito degli stuzzicadenti eh)… e poi alle 8,30 risorgo immancabilmente dall’oltretomba in un risveglio tutt’altro che soft. Evvabbé. Almeno sono in vacanza.
Stavo pensando che Amore pisu deve assolutamente vedere Jules and Jim.
Simonem è morto il 28 luglio del 2003. Cazzo, mi sembra ieri. E invece sono passati due anni. Mi manca davvero tantissimo. Ma tanto è inutile dirlo, che una frase del genere suona solo di già sentito… e non rende neanche lontanamente l’idea. Prima che Amore partisse gli ho chiesto se secondo lui Simone può vederci, o sentirci. Mi ha risposto che secondo lui sì. Vorrei tanto che fosse vero. Vorrei tanto saperlo.
Amore torna venerdì. Mi struggo nell’attesa: leggo, ascolto Tori, studio, scrivo, guardo Dawson’s Creek (lo so lo so… ma io ci sono cresciuta con Dawson & co. – e una gran bella cotta per Pacey, gh – e… quanti ricordi!! Stanno facendo le repliche ed io me le sorbisco tutte… ormai mi sa che ho tutte le serie registrate dalla tv, faccio schifo!!!). E poi, mi prendo cura dei Pisoli, che si trovano eccezionalmente entrambi a casa mia, ed è un piacere occuparsi di loro… sono troppo spisciosi! (NB Per la cronaca Pisolo e Pisola sono due criceti baltici, Pisola è sotto la mia custodia, Pisolo sotto quella di Amore).
Insomma… che caldo fa! C’è bisogno di qualcosa con ghiaccio… vediamo di rimediare :D
Bye bye




permalink | inviato da il 20/7/2005 alle 16:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

19 luglio 2005

Old Boy by franz

L’ hanno definito violento, perverso, immorale.
Ed io confesso che più ci penso e più lo vedo in primo luogo come una grande storia d’amore (ragazza snaturata!!). Un amore che esiste, è vero, tangibile e devastante come ogni altro amore, ma che non viene accettato dalla società.
Siamo in Corea, ma Chan-wook Park si discosta molto da Kim Ki-duk, regista di “Ferro 3”, anche lui coreano, e si potrebbe dire ad una prima occhiata che non abbiano assolutamente nulla in comune. A me invece piace vederli un po’ come le due facce della Corea.
In “Old Boy” i silenzi giocano un ruolo molto importante, spesso più delle parole, anche se non si arriva agli estremi del film di Kim Ki-duk, in cui le prime battute vengono pronunciate negli ultimi 10 minuti della pellicola. Così come in “Ferro 3” ci sono accenni alla violenza della società, del sistema, dell’individuo, ma senza mai raggiungere i livelli vertiginosi delle scene spesso sconvolgenti di “Old Boy”. Entrambi sono pervasi da una vena di poesia che ormai associo istintivamente al cinema orientale (vedi anche Wong Kar-wai, direttamente da Hong Kong, regista di “In The Mood For Love” e “2046”), e che probabilmente è data dai silenzi, dall’impatto musicale che subentra a questi silenzi, dalla bellezza, l’originalità e la teatralità di certe inquadrature, che riescono a comunicare molto già a prima vista.
Un film surreale, che in certi momenti si rivela inaspettatamente reale, e così efficace nel cogliere i piccoli gesti della quotidianità, nel mettere a fuoco le tante facce della società orientale (dai cellulari al sushi, sesso, televisione, e molto altro). Azzeccati i volti dei personaggi, che si muovono con disinvoltura in una trama complessa e artificiosa, regolata da una logica contorta.
Un uomo tenuto rinchiuso per 15 anni da rapitori sconosciuti senza sapere perché.
La solitudine, tante domande senza risposta. Quando si arriva ad esternare la propria sofferenza interiore facendosi del male, quasi sempre ci si accorge che il dolore fisico non riesce ad eguagliare quello che si consuma lontano dalla vista delle persone. La sofferenza dell’anima è la più straziante e penosa. E poi, una volta respirata di nuovo l’aria di libertà, ecco la sete di vendetta. Perché la vendetta fa parte di noi. Che ne pensate, un granello di sabbia e una roccia affondano davvero nell’acqua allo stesso modo? E sarà vero che se sorridi il mondo sorriderà con te, e se piangi piangerai da solo? Interrogativi sospesi, si intrecciano a sentimenti dolci e a scene raccapriccianti.
Denti tirati via con un martello, sulle note dell’“Inverno” di Vivaldi. Connubio di violenza e poesia. La musica, composta da Yeong-wook Jo, gioca un ruolo fondamentale in questo walzer di amore e morte. Atmosfere cupe e angosciose, di cui gli archi sono i primi artefici, con le grida dei violini e il rumore delle onde dei violoncelli. Violini e clarinetto, in un walzer che trascina un po’ tutto il film, e poi trombe, e rumori elettronici. Una colonna sonora intima e lacerante che dà voce all’inquietudine dell’uomo. Un film che è complesso e variegato come un’esistenza, e artificioso come la vita.




permalink | inviato da il 19/7/2005 alle 17:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 luglio 2005

Non so x quanto ancora ma rieccomi :D

Accidenti sono SECOLI!!! E non ho neanche niente di interessante da dire :P ...
In realtà avevo quasi paura di tornarci qui... la fine delle scuola è stata piuttosto stressante, e nonostante io sia riuscita a rovinarmi un paio di medie, sono sopravvissuta... in fondo è questo che conta. Non vedevo l'ora che finesse eh, lo dico sinceramente :D
Per aggiornarvi brevemente, le ultime due settimane di giugno sono stata a Juan Les Pins (Costa Azzurra) con i miei parents... mare splendido e scenari folkloristici, ma è stata la solita vacanza di mare con parents dalla quale non vedi l'ora di tornare... e poi avevo pisu pisu ad aspettarmi in Italia!!! Fosse stata Parigi... ma era la provincialissima Juan Les Pins e quindi, meglio Roma!!
Il 7 luglio ho raggiunto l'illuminazione. Tori Amos ha suonato a Fiesta ed io ero lì. ORGASMICO. Non dico altro perché non si può commentare... Tori dal vivo se non l'hai vista mai non puoi neanche immagginartela...
In queste due prime settimane di luglio io e pisu siamo stati core a core qui a Roma... abbiamo fatto shopping in occasione dei saldi e visto miliardi di film... poi puntatina dal Japanese... due settimane da favola. Solo che sabato scorso i suoi se lo sono trascinato a Val-qualcosa in Valle d'Aosta (2573 ore di macchina) e quindi siamo lontani... dovrebbe tornare venerdì, anche perché poi il 24 luglio si parte... vado con tutta la sua famiglia (circa 200 persone, GH) prima 5 giorni in Sicilia e poi 2 settimane a Lipari... sarà dura ma per pisu questo ed altro.
Che dire, nell'ultima settimana mi sono divorata l'ultima libro di Banana Yoshimoto (scoperta abbastanza di recente, nonché praticamente l'unica autrice che ho letto in Francia - mi sono sparata 5 suoi romanzi di fila)"L'abito di piume" e ho finito il libro che mi ha prestato pisu... "La ragazza dai capelli strani", una raccolta di racconti di quel tizio... come si chiama... Walker Texas Ranger. SCHERZO. David Foster Wallace. Però l'assonanza c'è! :P
Sto leggendo Bukowski ma per il momento non mi esalta.
Quando pisu torna dovremmo andare a vedere "La terra dei morti viventi"... ho sentito critiche buone e poi è un horror quindi in quanto patita del genere ci devo andare. ANCHE SE... ahimé, c'è Asia Argento, nota per aver rovinato con grande maestria attraverso le sue grandi prove di recitazione i film del paparino... evvabé, mi giunge voce che fa una particina-ina-ina quindi se po fa.
Sto ascoltando Tori a palla.
Forse dovrei studiare un po'... non mi và di ritrovarmi tutto da fare a settembre quando potrei uscire con gli amici e soprattutto con la piccola dolce vavu che tornerà dal Canada l'1 agosto... mi ha chiamato, dice che si diverte, ha un lavoro, guadagna... la scuola, per quel poco che ha visto è tutto fumo e niente arrosto. Però hanno gli ARMADIETTI!!!!!! quelli metavigliosi alla Dawson's Creek... me rosica.
Vabbé, sto proprio cazzeggiando eh... bel modo di tornare a postare eh franz? brava brava... :P
Sto scrivendo un racconto. Che potrebbe diventare un romanzo breve. Che potrebbe diventare un romanzo. Ma... SHHHHHHH... è un segreto :D
Cmq mi sono comprata degli occhiali FAVOLOSI... sono plasticosi (evviva!) rossi e rosa... molto punkettosi.
E alla fine ho visto "Old Boy", anche svariate volte. Mi è piaciuto moltissimo e ve lo consiglio. Ho scritto una recensione sul giornalino della scuola... adesso la posto.
Io e pisu abbiamo trovato sulle pagine bianche l'indirizzo di Paolo Nori... adesso gli scriveremo, gli dobbiamo dire quanto è MITICO!
Ok gente, vado a fare something else. E' stato un piaciuere.
Buone vacanze a tutti eh :)




permalink | inviato da il 19/7/2005 alle 16:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 maggio 2005

Chiacchiere

I Prozac + divertenti... anche se il concerto è iniziato a mezzanotte anziché alle 10, il gruppo ha suonato per un'ora scarsa e Gian Maria sembrava più strafatto che mai...
Oggi visita oculistica... che bello, la mia vista non è peggiorata! Vorrei comprarmi degli occhiali nuovi... un paio di quelli plasticosi di un colore improbabile... tipo rosa shocking!! Il problema è che a me, col mio meraviglioso ( :| ) profilo greco, stanno malissimo... mah, speriamo si trovi un compromesso.
Ho iniziato a leggere "Lovers". Mi piace. Diverso da "Luminal". Forse più poetico. Più lirico. Isabella Santacroce scrive un po' come potrei scrivere io. Siamo sorprendentemente simili, vediamo nelle cose lo stesso genere di sfumature. O forse avevo sonno, mentre leggevo :P
Adesso ho le pupille dilatate per le gocce... che fatica leggere!!
Mi manca un sacco Simone. Oggi dall'oculista mi è sembrato più di una volta di sentire il suo odore. Ho annusato forte, e me lo sono stretto adosso come una coperta calda. Scommetto che se lui ci fosse tutto sarebbe diverso.
Mi chiedo come sarebbe.
Vorrei sbattere la testa al muro.
Al momento sto squillando Amore in continuazione... chissà se capirà mai che deve connettersi... gh gh gh
Ieri era il compleanno di Chicco. E magicamente mi sono addirittura ricordata di fargli gli auguri. Peccato che lui invece non li abbia fatti a me il giorno del mio compleanno... sempre così. Io troppo buona, troppo premurosa.
Ho visto in giro la locandina di "Old boy". Mi incuriosisce... ultimamente il cinema orientale mi attrae, magari sarà grazie a Wong Kar Wai... quell'uomo è un genio.
Rifletto sul referendum negli ultimi giorni. Non ho ancora 18 anni e non potrò votare, e la cosa mi pesa non poco. Mi sento coinvolta. E non posso esprimere il mio parere. GRRR
Ennesimo squillo ad Amore... io sonno... YAWN...




permalink | inviato da il 10/5/2005 alle 21:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

4 maggio 2005

Ultime cose...

Oggi sono riuscita ad infilare un orecchino da piercing nel mio secondo buco al lobo. Ci ho messo mezz’ora ed è stato un pochino doloroso… ma ce l’ho fatta. Al momento pulsa fieramente e ammicca dal mio orecchio destro. Non l’avevo mai fatto prima, allargarmi un buco da sola, intendo. E sarò fissata, o magari prendo tutto troppo sul serio, tanto per cambiare… ma ognuna di queste cose… il tatuaggio, il piercing, oggi questo… ognuna di queste cose la sento come una piccola avventura. Un piccolo viaggio alla ricerca del mio personalissimo “io”.
Comunque, la scuola mi ha veramente stufato. E il bello è che mi sveglio la mattina come se fosse ormai tutto finito, benvenuta estate, ben arrivate vacanze… quando invece manca ancora un mese, e sono nota per i miei scivoloni bestiali di fine anno, in cui solitamente riesco a mandare a quel paese con grande maestria i duri sforzi di tutto un anno… potrei scriverci un manuale su come rovinarsi la media quando ormai è troppo tardi per recuperare. Evvabbè.
Ieri siamo stati agli Internazionali di tennis al Foro… eehh quanti ricordi.
Sabato sera c’è il concerto dei Prozac… non vedo l’ora, e so che anche Vavu scalpita… potrebbe essere molto divertente.
Ho comprato “Lovers” di Isabella Santacroce ma non ancora avuto il tempo di iniziare a leggerlo… certe volte mi sembra di non avere tempo neanche per respirare.
Mmm… magari vado a buttarmi sul letto. In attesa della telefonata di Amore, magari :)




permalink | inviato da il 4/5/2005 alle 21:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

27 aprile 2005

Maggio d'aprile

Mi sento felice. Mi sento di rosa e di sole. Mi sento un sorriso che sboccia di maggio.
Dai, sì, ormai è maggio, anche se siamo in aprile. Ormai è estate. Si gira a mezze maniche, teste baciate dal sole, sorrisi accarezzati dal giorno, parole di calore a Castel Sant’Angelo.
Mi sveglio, penso E’ maggio. Cammino, penso E’ maggio. Respiro, penso. E’ maggio d’aprile, e ti amo.
Maggio, il nostro mese. Si è fatto aspettare un anno intero, un anno di freddo, un inverno di tempesta e calma dopo la tempesta, lacrime di ghiaccio e sorrisi pallidi e dolci, ma alla fine è tornato.
E siamo qui, insieme. Le nostre mani intrecciate sotto il sole.
Cosa desiderare di più?




permalink | inviato da il 27/4/2005 alle 21:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto